Come Fare?

Vorrei porre una domanda dinteresse pubblico al sindaco. Come posso fare?

Ecco, questo è un esempio di Q&A, Question & Answer. Qualcuno fa una domanda sensata, educata e priva di offese, scrivendola nella finestra in alto a destra. Completa il tutto con il proprio nom e cognome, una email che verrà utilizzata per verificare le credenziali e la invia con il tasto in basso.

In tempi brevi il quesito verrà riportato in una nuova etichetta, dopodichè trasmetterò solo il quesito per ottenere risposta d chi ne ha competenza e la pubblicherò in calce alla domanda, esattamente come fosse questa spiegazione.

perchè possa io assumemi la responsabilità di porre domande senza comunicare il miittente, questo dev'essere a me noto, per cui, specificando la volontà di anonimato verso l pubblico, non dimenticate di compiare in ogni ua parte il form. Nel caso avessi dei dubbi sull'identità dichiarata, prima scriverò alla email indicata e se ancora non fossero del tutto fugati, mi riservo d non pubblicare nulla. l'interesse pubblico del quesito è a mio insindacabile giudizio.

 

Ho saputo che è stata assegnata la Malga RinBianco con asta pubblica: come è andata?

Dunque, in attesa di risposte "ufficiali" provo a rispondere io, per... sentito dire.
La Malga Rinbianco sarà gestita, per i prossimi dodici anni, dalla famiglia Pintossi/Corte Corinello.
Da quello che si sa hanno offerto solamente 2.000 euro all'anno in più dei 25.000 precedentemente concordati, con la differenza che  nei tre anni di blocco del nuovo contratto si è mantentenuto l'affitto precedente, di circa la metà..
Sempre da voci di corridoio appendiamo che le offerte erano tre e che qualcuno molto interessato ha persino sbagliato la domanda...

Vedo che sul blog comunale "Auronzo Viva" il riferimento è l'ufficio tecnico. Ma sono loro i bloggatori?

No. Ho verificato.  Innanzitutto NON è un blog comunale di una parte politica, quella della maggioranza consigliare. L'Amministrazione potrebbe essere costituita da più gruppi, come nel caso del comune di Belluno dove il gruppo del PD affianca un gruppo di lista civica. Ciò che vi è pubblicato è quindi redatto dal gruppo e non dal sindaco, giunta, consiglio o dipendenti comunali, anche se probabilmente con qualcuno di questi coincidono.

Un esempio su tutti: quando ero assessore ed aprii il blog, in Auronziamo c'era solo la mia visione delle cose e non necessariamente quella dell'Amministrazione.

Torniamo al problema: Ho verificato che quell'email è quella dove l'ufficio tecnico riceve segnalazioni di disservizi sul territorio ed inerenti la Pubblica Amministrazione.

 In effetti la disposizione grafica del blog "Auronzo Viva" può trarre in inganno: scrivere "per guasti o problemi tecnici: tecnico@comune.auronzo.bl.it" da sicuramente l'impressione che ci si riferisca ad eventuali problemi del blog, anche perchè non sufficientemente spiegato il motivo di tale riferimento e perchè unico nel suo genere, cioè avrebbero potuto trovarvi posto anche il collegamento all'anagrafe o alla segreteria, se non agli stessi assessorati.

Speriamo che quella sopra descritta sia la corretta interpretazione e non si sia voluto scaricare sugli uffici degli interessi privati (i gruppi politici sono soggetti privati), altrimenti si potrebbe incorrere in problemi giuridici. 

Se posso consiglio una veloce revisione del blog...

 

AGGIORNAMENTO:

probabilmente a seguito della nostra segnalazione, nonchè colloquio con un assessore, abbiamo notato una revisione del blog, eliminando l'email dell'ufficio tecnico, non responsabile e competente per il blog.

in compenso trova spazio un trafiletto in cui si specifica che sul sito ufficiale del Comune sono presenti le email di tutto il gruppo di maggioranza. Anche se felici per un passo avanti verso la trasparenza, essendone il bloggatore a conoscenza, cosa costava riportare le email direttamente anche nel blog? e soprattutto, cosa costa aprire il blog stesso a dei commenti? (tenere presente che il diritto di replica è sancito dalla legge...) 

Lascio ai lettori ogni considerazione.

 

Sono un operatore turistico di Auronzo e, come tanti miei colleghi, sopravvivo a luglio grazie alla Lazio: credo sia un comune interesse quello di sapere quello che accade. Ci sono novità?

Caro collega, scusa se tardo nel risponderti ma ho voluto attendere delle risposte ufficiali e certe che, purtroppo, ancora non ci sono. Ho interpellato l'Amministrazione che ha solo confermato quanto dichiarato in Consiglio dal sindaco, cioè che non si sente di garantire l'apertura dell'hotel perchè la coperativa interessata alla gestione si è riservata di valutare gli interventi necessari alla messa a norma dell'edificio e che quindi l'accordo con la Lazio è ancora non sottoscritto. Ho avuto contatti anche con la società sportiva che, grazie a Dio, sta pazientemente attendendo notizie dal Cadore. Speriamo tutti che siano prese al più presto delle decisioni fondamentali per il buon esito della stagione turistica, e che dietro a questi tentennamenti non ci sia la volontà di affossare, lavandosene le mani, il costoso investimento, pentiti magari di aver offerto alla squdra capitolina quasi il doppio di quanto era concordato precedentemente...

Come vedi, nulla è cambiato dal mio post del 17 gennaio, nonostante siano passati un mese e mezzo...

A proposito di quel post: non ho ancora ricevuto nessun commento, da parte di chi è preposto, riguardo alla mia offerta alternativa alla coperativa... 

E' vero che il polo rimarrà interamente a Cortina, visto il successo di Fiames?

A questa domanda posso rispondere con cognizione di causa, essendo ancora il vicepresidente del torneo: il rischio, per Misurina e per il comune auronzano intero, che l'unica manifestazione invernale di rilievo internazionale e di sicuro ritorno d'immagine possa non salire più sul lago ghiacciato è forte. Ma nulla è ancora stato deciso in merito.

Il comitato organizzatore si ritroverà presto per la riunione post operativa, valuterà costi e benefici, ponendo sul piatto sia la insicurezza del ghiaccio da una parte che dell'innevamento dall'altra, i costi di allestimento e mantenimento del villaggio a Misurina piuttosto che a Fiames, i feedback di sponsor e pubblico.

Sicuramente un interessamento dell'Amministrazione Comunale d'Auronzo, interagendo non solo con il comitato organizzatore ma anche con i pari di Cortina, è auspicabile, se non necessario.

Appena avrò nuove le renderò pubbliche. 

Cani al guinzaglio e col sacchetto sotto la coda. Questa è la rivoluzione auronzana? Ci aspettavamo provvedimenti più incisivi e favorevoli alla popolazione, non un divieto in più. Perchè tanto acCANImento?

In attesa di una risposta ufficiale che spero non tarderà, mi permetto di condividere l'iniziativa del Sindaco d'Auronzo: purtroppo la maleducazione di alcuni possessori di cani costringe tutti gli amanti degli animali a rispettare un regolamento in più che, mi permetta, è sacrosanto. Abbiamo la fortuna d'avere boschi e prati a perdita d'occhio, uno di comuni con il territorio più vasto, con un rapporto cittadini/superficie simile a quello del sahara, mi spiegate perchè dovrebbe essere permesso lasciare "ricordini" proprio in mezzo alla ciclo-pedonale, sui sentieri, sui marciapiedi? basta fare due metri, fuori dai percorsi pubblici, per non infastidire nessuno e permettere ai turisti di guardare le montagne di roccia, e non quelle di m....

Un cenno merita anche l'obbligatorietà del guinzaglio (e non come alcuni di 30 metri...)

Forse non tutti i cani sono così rispettosi degli umani e dei propri simili, a volte anche quello più buono, se indispettito da un bambino, può rivelarsi una minaccia. E non tutti rispettano il codice della strada, la stagione venatoria o la stazza di un proprio simile. Così come la mancanza di senso civico degli automobilisti costringe gli amministratori ad apporre dozzine di divieti, obblighi, limiti, così tocca fare anche con chi conduce animali piuttosto che autovetture. Se ai più sembra normale multare chi parcheggia sui marciapiedi o sulle strisce pedonali, nessuno dovrebbe stupirsi se questo fosse fatto nei confronti di chi sottovaluta la pericolosità dell'abbandonare sui pubblici percorsi feci facilmente contaminanti, alla portata di bambini, o di permettere a cani d'ogni taglia di scorazzare liberi. Nessuno dovrebbe stupirsi, o quasi: io mi stupisco che servano cartelli e divieti per una cosa così ovvia...

 

 

 

salve, mi scusi il disturbo seguo ogni tanto il suo blog per tenermi un pò aggiornato su cosa succede ad auronzo visto che qualche hanno fà ci ho preso casa...mi permetto disturbarla per chiederle una informazione. Ho visto che sia sopra i fabbricati a Taiarezze della seggiovia per il Malon che all'ingresso del paese presso la diga, sono state issate delle cabine rosse che sembrerebbero facenti parte di una cabinovia che però non c'è ad Auronzo. Mi à spiegare il significato di questa cosa? Grazie. Mario Muccin

Egregio signor Muzzin,

approfitto della sua domanda per fare i complimenti alla dirigenza dell'"Auronzo d'Inverno", la società degli impianti, per la scelta di posizionare con effetto promozionale le vecchie cabine della funivia Monte Agudo dismesse oramai da un trentennio e che sono state ristrutturate (gratuitamente, mi dicono).

Un ottima soluzione, già vista in Alto adige, ma non per queasto meno pregevole.

Bravi.

Please reload